myWorld/Lyconet non molla ancora il colpo in Norvegia!

La Norvegia è uno dei Paesi che hanno vietato tutte le attività delle aziende Lyoness/Lyconet/myWorld/Cashback da gennaio 2018. All’epoca, l’Autorità Antitrust della Concorrenza norvegese, che è anche l’Autorità Nazionale di Ricorso, ha intrapreso azioni severe contro questo sistema. Tuttavia, questo non ha fermato il gruppo myWorld dal deprivare presuntamente ancora più membri in Norvegia dei propri soldi.
Come comunicatoci dalla Sig.ra Monica Alisøy Kjelsnes, avvocato delle Autorità garanti della lotteria e della concorrenza in data 17.03.2021, myWorld vorrebbe ora fondare un’azienda basata sul marketing diretto. Nell’estratto sottostante, relativo allo scambio di e-mail avvenuto con la signora Kjelsnes, è riportato il link che ci ha inviato e che rivelava i presunti piani di myWorld. Secondo myWorld, un nuovo progetto di marketing diretto non comporterebbe alcuna violazione delle leggi in Norvegia.
I marketer di Lyconet hanno continuato ad affermare di aver potuto agire legalmente in Norvegia nei confronti dei membri. Per tutelarsi, essi sottolineano che la polizia ha interrotto le indagini del caso nella primavera del 2020 per motivi di capacità e a causa della mancanza di risorse. In seguito, le autorità norvegesi hanno reclamato, ma la polizia ha mantenuto la propria decisione.   
Il fatto che la polizia abbia fatto cadere le indagini penali non significa tuttavia che le attività di Lyoness/Lyconet/myWorld/Cashback siano legali in Norvegia o che lo fossero nel gennaio 2018.
Vogliamo precisare pertanto che Lyoness/Lyconet/myWorld/Cashback continuano ad essere vietate in Norvegia. Questo divieto si applica anche alla fondazione di un’azienda presuntamente “nuova” sotto le mentite spoglie di un’azienda di marketing diretto!!!

Di seguito il link alla pubblicazione dell’autorità norvegese del 09.03.2021 e la traduzione in italiano:

“Attenzione a Lyoness, myWorld, Lyconet e Cashback!

A febbraio 2021, Lyconet ha scritto in un’e-mail inviata all’Autorità garante della Lotteria che avrebbe avviato nuove operazioni in Norvegia. Non è loro permesso. Leggete la nostra risposta a Lyconet.

Lyoness, myWorld, Lyconet e Cashback sono considerate collettivamente come sistema commerciale piramidale, i cui proventi provengono principalmente dal reclutamento dei partecipanti.

Quasi 15.000 persone hanno investito diversi milioni di corone nel business senza ottenere indietro nessun prodotto tangibile di valore.

Migliaia di norvegesi vengono ingannati. Alcuni hanno speso i loro risparmi e sottoscritto prestiti. Il denaro è finito nel business e a partecipanti importanti che si trovano in cima al sistema piramidale.

Devono interrompere tutte le attività in Norvegia

Questo caso va avanti da diversi anni:
nel 2018 l’Autorità garante della Lotteria ha preso la decisione di chiudere tutte le attività di Lyoness, myWorld, Lyconet e Cashback.
Lyoness ha presentato ricorso per la decisione, ma la Commissione della Lotteria, che rappresenta l’autorità di ricorso competente, non ha preso in considerazione il ricorso. Lyoness ha anche chiesto di fermare le sue operazioni in Norvegia in attesa di una possibile causa, ma il consiglio comunale di Oslo ha rifiutato la richiesta.
In virtù della serietà e dell’entità del caso, nel 2019 l’Autorità garante della Lotteria ha segnalato alla polizia diverse aziende e persone coinvolte nella struttura aziendale. La verifica ha richiesto le indagini e il perseguimento dei possibili reati correlati alla sezione 16 della Legge sulle lotterie concernente le attività piramidali illegali, il Codice penale ed altre leggi.

Nella primavera 2020, per ragioni di capacità la polizia ha archiviato il caso a causa della mancanza di risorse per le indagini del caso.
L’Autorità garante della Lotteria ha lamentato il fatto che il caso sia stato fatto decadere. La polizia non ha modificato la decisione di archiviare il caso per motivi di capacità. Questa decisione è passata in giudicato e non può essere impugnata.

Sappiamo che l’azienda e i suoi partecipanti affermano che l’attività è legale perché la polizia ha lasciato cadere il caso.

Queste sono informazioni false e fuorvianti e devono essere fermate immediatamente. Il fatto che la polizia abbia fatto cadere le indagini penali non significa tuttavia che le attività di Lyoness, myWorld, Lyconet e Cashback siano legali in Norvegia.

Lyconet scrive all’Autorità garante della Lotteria che l’azienda che vogliono fondare dovrebbe basarsi sul marketing diretto e che si dovrebbe organizzare in modo tale da non finire in una situazione che violi presuntamente la Legge sulle lotterie.

La decisione relativa all’obbligo di interruzione di tutte le attività in Norvegia è ancora valida, il che significa anche che non possono nemmeno avviare nuove attività.

Molte persone ci chiedono cosa sia necessario fare
Riceviamo molte domande da parte di persone che hanno perso il proprio denaro da Lyon. Non abbiamo l’autorità per intimare l’azienda a restituire il denaro. Chi vuole un rimborso deve avanzare le proprie istanze in tal senso.

Il nostro consiglio è quello di non avere niente a che fare con queste aziende.

Di seguito l’e-mail di Monica Alisoy Kjelsnes (avvocato dell’autorità garante della concorrenza) del 17.03.2021:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.